top of page
stay-safe-it-160x600.png

Tra concerti e prove aperte la Settimana di musica d'insieme


Tra concerti e prove aperte la Settimana di musica d'insieme

Sollima, Pieranunzi, Robinson, il Quartetto Goldberg sono tra i protagonisti della Settimana di Musica d'Insieme, nuova edizione della manifestazione ideata nel 1971 da Salvatore Accardo e Gianni Eminente che presenta, dal 26 novembre, la sua programmazione tra il museo di Villa Pignatelli e, per la prima volta, negli spazi dell'Auditorium Porta del Parco di Bagnoli a Napoli.



L'iniziativa, promossa e finanziata dal Comune nell'ambito del progetto Napoli Città della Musica, è organizzata dall'associazione Alessandro Scarlatti in collaborazione con la direzione regionale Musei Campania. La manifestazione offre al pubblico, gratuitamente, una serie di concerti insieme con la possibilità di assistere alle giornate di prove.



"È la caratteristica principale di questo progetto - sottolinea Tommaso Rossi, direttore artistico della Scarlatti - che introduce nuove possibilità di fruizione e di ascolto. Oltre ai concerti si aprono anche le prove, consentendo in tal modo agli spettatori di assistere alla genesi della performance musicale e di renderli partecipi della creazione dell'evento stesso". Il programma propone a Villa Pignatelli le sessioni di prova (di mattina e nel primo pomeriggio) e un ciclo di concerti che iniziano domenica 26 (ore 11) con il Quartetto Goldberg. Nella Settimana si alterneranno grandi nomi della scena nazionale, come il violoncellista Giovanni Sollima (in assolo il 2 dicembre all'Auditorium di Bagnoli e il 3 dicembre a Villa Pignatelli con la Scarlatti Baroque Sinfonietta) e come i violinisti Gabriele Pieranunzi, Nicholas Robinson, Ivos Margoni, il violista Francesco Fiore, il pianista Antonello Cannavale, il violista Francesco Solombrino, il violoncellista Danilo Squitieri, impegnati nei diversi appuntamenti in programma fino al 3 dicembre. "La Settimana di Musica d'Insieme - conclude Sergio Locoratolo per il Comune di Napoli - contribuisce all'ampio percorso di valorizzazione che l'amministrazione Manfredi ha dedicato all'Auditorium di Bagnoli, spazio che, dalla sua recente riapertura, ha già visto svolgersi oltre 160 giornate di eventi, apprestandosi a diventare un polo culturale tra i più significativi della città".

924 visualizzazioni0 commenti